scolariW

Cantine Scolari vanta una lunga storia nel mondo del vino grazie alla passione ed alla lungimiranza del fondatore, Pietro Scolari, che nel 1929 iniziò l’attività di produzione e commercializzazione: diventata una riferimento nell’area della Valtenesi è arrivata ai nostri giorni attraverso l’opera dei figli e dei nipoti di Pietro.
Oggi, Cantine Scolari, si presenta profondamente rinnovata, pur nel rispetto della lunga tradizione, grazie all’entusiasmo dell’azienda vitivinicola Erian che con la propria Cantina Bottenago ha ridisegnato l’essenza di Cantine Scolari: l’amore e la passione nella cura della vigna, nella raccolta dell’uva e la paziente attesa che il vino sia maturo, delineano la personalità di ogni bottiglia.
Una felice associazione fra le più moderne tecnologie, la passione imprenditoriale nel mondo vinitivinicolo ed il rispetto della terra e dei suoi ritmi.
Il progetto è quello di superare il concetto tradizionale di cantina affinché Cantine Scolari diventi uno spazio di accoglienza e degustazione ma anche una fucina di idee innovative.

Bevendo gli uomini migliorano:
fanno buoni affari,
vincono le cause,
son felici
e sostengono gli amici.
Aristofane (450 a.C. – 388 a.C.)

Il territorio della Valtenesi

Nella parte mediana dell’anfiteatro morenlco occidentale del lago di Garda, si apre la Valtènesi alla vista ammlrata del visitatore, in un Incantevole zona formata dal susseguirsi di collinette concentriche disposte a semicerchio, fra terrazze più o meno ampie, dolcemente degradanti sino allo specchio d’acqua.

VALTENESI

Il Valtenesi è la chiara identificazione e valorizzazione del territorio di origine, disponibile al consumo dal 1 Settembre successivo alla vendemmia. Rosso rubino intenso, brillante con riflessl granatl con l’invecchiamento.

Sapore sapido, asciutto, vivace con retrogusto leggermente amarognolo. Ottimo con carni rosse e formaggi stagionati

Valtenesi_bottiglia

VALTENESI CHIARETTO

Nato in Valtènesi è ottenuto dalla vinificazione congiunta di uve di Groppello, Marzemino, Sangiovese e Barbera, sottoposte ad una particolare lavorazione che consiste nel mantenere per breve tempo il contatto delle bucce con il mosto in fermentazione. Si differenzia dagli altri rosè per la sua armonicità floreale e di frutti di bosco, una discreta acidità determina una freschezza di sensazioni gustative. Da bersi giovane, si adatta a piatti delicati ed estivi, a pesce saporito e carni bianche

Chiaretto

LUGANA

Ottenuto da uve classificate Trebbiano di Lugana, un vitigno a bacca bianca che da grappoli compatti. Giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumo floreale, ampio con gusto sapido, fresco e persistente.

Ottimo come aperitivo, si abbina a primi piatti di pasta o riso con pesce o verdure.

Lugana

Cronostoria di un Marchio

1929

1950

2019